13enne: suono campanelli? No. Punto pistole in faccia!

pistola fintaUna volta i bambini erano più simpatici. Avete presente quando suonavate il campanello per poi scappare? Ecco. Pare che questo gioco abbia trovato una sua beffarda evoluzione contemporanea. La scorsa domenica un ragazzino 13 enne californiano ha pensato di suonare la scorsa domenica alla porta della famiglia Stark. Fin qui, tutto nella norma.

Aprendo la porta, il signore si è ritrovato con un ragazzino con in mano una pistola puntata sulla sua faccia. Una pistola giocattolo (ad aria compressa) valutata dagli stessi poliziotti assolutamente fedele ai modelli originali, tranne per piccoli particolari plastificati.

Le stesse armi in alcuni casi vengono utilizzate per spaventare le vittime in atti di micro-criminalità, quindi figuratevi voi la fifa del signor Stark. Dalle dichiarazioni dei poliziotti locali, il costo di queste pistole fac-simile è così basso che potrebbero diventare (e in parte sono già) una moda piuttosto diffusa e pericolosa tra i ragazzi.

Il problema vero è che in America le armi e la difesa personale vengono prese molto sul serio. Il rischio conclamato è che alla fine di questo scherzetto il bambino pestifero si ritrovi mortalmente vestito da groviera.

Via | Cbs

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: