Attacco hacker alle Quirinarie del M5S: cos'è successo davvero?

Dieci ipotesi, dieci verità diverse. Quale sarà quella vera?

Tutti a casa!

Cosa è successo, veramente, alle Quirinarie del M5S? Grillo ha gridato all'attacco hacker e ha indetto nuove votazioni, Messora ha detto che ha funzionato tutto, anche se qualcuno ha voluto mostrare che non avrebbe funzionato niente, però si rivota ugualmente.

Ma cosa c'è dietro questo clamoroso mistero? Cos'è accaduto? Che cosa ha impedito al M5S di invididuare al primo colpo la propria rosa di papabili per il Presidente della Repubblica?

1) Non si trattava di hacker, ma di acari che hanno mandato in tilt i server di Casaleggio e Associati
2) Inciucio! Pd e Pdl hanno pagato gli Anonymous
3) Troppi elettori del movimento hanno votato per se stessi. Non avevano capito che "Nome" e "Cognome" erano quelli del candidato da scegliere, non i loro
4) Zagrebelsky è troppo difficile da scrivere (l'ha detto pure Beatrice Borromeo)
5) I server sono andati down a causa di un video hot di Giorgia Manuguerra
6) Non aveva vinto Beppe Grillo, e quindi "Tutti a casa"
7) La biowashball è finita dentro la server farm.
8) Saviano aveva un'opinione sulle Quirinarie. E si è votato
9) Nessuno ha votato, perché il Presidente della Repubblica è De Benedetti e gli toglieranno i finanziamenti pubblici, a lui e a tutti i pennivendoli della casta, è ora di finirla, fate girare
10) Repubblica?

  • shares
  • +1
  • Mail