In un paesino in Molise si va a ritroso e nasce il web 0.0: il progetto di uno street artist milanese

Se andate a Civitacampomarano, un paesino in provincia di Campobasso, potrete facilmente incontrare bacheche pubbliche con su scritto "Facebook". Panchine azzurre con un cartello raffigurante il logo di Twitter. La vecchietta, Wikipedia, a cui chiedere informazioni.Oppure una cabina del telefono verde, con il simbolo di Whatsapp.  Insomma, quello che siamo abituati a vedere in versione digitale, a Civitacampomarano ve lo ritrovate in "analogico". Fa tutto parte del progetto "Web 0.0" dello street artist milanese Biancoshock che si è trasferito per un periodo in questo paesino del Molise dove apparentemente non c'è internet. Così l'artista ha voluto ricreare nella realtà i siti e i social più utilizzati in occasione del festival CVTà Street Fest che si è tenuto la settimana scorsa proprio a Civitacampomarano.

  • shares
  • Mail