Asiatici ignari di indossare magliette dal significato osceno

Bestemmie, ingiurie, parolacce altre farsi sconce. Sono le stampe e le frasi trovate su alcune magliette vendute in Asia e indossate da persone che, molto probabilmente, ne ignorano il significato. Un po' come accade in occidente con i tatuaggi in Kanji che spesso rivelano avere significati assurdi o nonsense.

Una ragazza con la maglia "sono una puttanta". Un bambino di neanche 10 anni con la maglia "non me ne fotte un cazzo". La nonnina "bitch" o quella inneggia al 69.

  • shares
  • Mail