Gli emoji di facebook (ovvero le faccine) diventano maledettamente reali per una giusta causa

Il nome della campagna francese è "Innocence en Danger"

Queste immagini vi disturbano? Bene, perché questa è l'idea alla base della campagna lanciata da "Innocence en Danger"

SEGUICI SU FACEBOOK


L'associazione francese per i diritti all'infanzia "Innocence en danger", un organismo internazionale che riunisce le associazioni e i governi di 47 nazioni, ha lanciato una campagna per mettere in guardia i ragazzi e le loro famiglie riguardo agli incontri che potrebbero fare su internet.

Così, per rendere meno amichevoli e carini gli emoji di facebook (questo è il vero nome degli 'smile' più diffusi in rete) sono stati, per così dire, umanizzati con l'idea di renderli più realistici e brutali, affiancati da una semplice domanda:"Chi sta realmente chattando con tuo figlio?".

Il risultato finale sono tre viscidi orchi per niente amichevoli e rassicuranti (v. gallery)

Clicca qui per vedere la gallery con le immagini della campagna promossa da "Innocence en Danger"

Il nome della campagna francese è

Il nome della campagna francese è "Innocence en Danger"

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.