Impara l'arte e mettila da parte.. oppure nel pattume

libreria_arte_padova I netturbini di Padova sono stati velocissimi nello spostare quello che appariva come un vecchio mobile libreria accatastato per strada al centro di raccolta della spazzatura, nel compattatore. Peccato che il "mobile", era l'opera "Legg-io" e faceva parte di una esposizione in città di opere di arte moderna e contemporanea, in zone poco turistiche e frequentate, la rassegna "Artisti al muro". Come spiega il Gazzettino:

Una copia di «Legg-io» è stata subito riportata in via Zabarella, da dove era stata rimossa, ma questa volta è stata posizionata ad alcuni centimetri di altezza da terra. Accanto all'opera è stata anche installata una targhetta (più visibile della prima) che «certifica» che si tratta di un'opera d'arte.

Ce la farà l'arte a sopravvivere alla dura legge della strada, questa volta, oppure i netturbini stavano proprio esprimendo un giudizio da critici d'arte?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.

6 commenti Aggiorna
Ordina: